Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il raggio d'argento.

Amici

Il raggio d’argento

  Sale a te
  la mia stretta di mano
  nel rispetto di una divisa
  di dignità profumata;
  sempre cancellavi
  nel rigore
  la banalità di un gesto.
  Con semplicità
  il tuo pensiero
  intriso di fraterna  autorevolezza,
  si rapportava
  dividendo il peso
  di una professione ingrata,
  disconoscendo dell' autorità la parola...
 Nel giorno dei magi,
  nell’omaggio al “Bambino”
  in silenzio
  così come hai vissuto,
  sei partito
  seguendo quel raggio d’argento
  fino alla luce che mai si spegnerà.

  Claudio Burelli

 Genova 6 Gennaio 2019

Torna ai contenuti | Torna al menu