Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Jaia

Famiglia

Jaja

Seduta con in mano un giornalino
con quel visetto attento di cerbiatta
mi mostri sul comò il tuo Arlecchino
insieme a Colombina mezza matta.

Hai un’espressione  dolce e riservata
eredità degli  occhi di mia madre
con la  fossetta al mento disegnata
ricordi le movenze  sue leggiadre.

Col  sangue mio che pulsa nelle vene
e  la fierezza mitica all’elbana
saprai capire dove  porta il bene
con la certezza   di una vita sana.

Potrai contar su me fino alla fine
e forse ancora  più… oltre il confine.

Claudio Burelli

Genova 12 Dicembre 2019

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu