Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tu dove sei

Tristezza

Tu dove sei?


PENSAVO E RIPENSAVO
Senza neppur  sapere poi a che cosa
seduto accanto ad un bicchiere,
ancora colmo di tristezza.
Tu dove sei? Tu cosa fai?
Mi rimane solo il cane
a farmi un po' di   compagnia
adesso abbaia, forte, forte,
mordendo  la maliconia.

L'ULTIMO POSTO IN CUI RICORDO
passeggiavamo in riva al mare,
pioveva forte all’improvviso,
E tu ridevi  già  bagnata
col  trucco sfatto sopra le ciglia.
Com’eri bella, com’eri bella…
La moto ruggiva verso casa
mentre cantavamo sotto la pioggia
felici  con  la nostra vita
correndo  incontro ad un destino.
Tu dove sei? Tu cosa fai?

A VOLTE ANCHE IL TEMPO NON ASPETTA...
Beffardo,    prende un’altra  strada…
All’improvviso  uno schianto!
Sentivo freddo intorno a me,
vedevo  ombre e non capivo,
c’èra  una luce la’ davanti
e ti vedevo camminare
per poi sparire,   sorridendo,
ma  io non potevo starti dietro
mi sono  svegliato,
e non volevo,
in un letto d’ospedale.

E da allora guardo il vuoto
senza la voglia di andare avanti
ti penso sempre in ogni istante
legato al filo di un dolore…
Tu dove sei? Tu cosa fai?

Claudio Burelli

Genova 15 febbraio  2020

Torna ai contenuti | Torna al menu