Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Caput mundi

Nostalgia

Caput Mundi

Fuggon nell'ora
che volge beffarda
illibati pensieri,
di gesta imperiali
che fiere ricamano
nell'aere infinito
vessillo glorioso
di speme italiana.

Muto rimango
a rimirar entusiasta
Trastevere sparso
sotto un manto stellato
di luce e d'alloro
agghindato…

Fuggita da un libro
assaporo il tuo mito
mentre l'aquila sferza
sovrana sul mondo
il suo giogo
forgiato nel fuoco.

Cammino stordito
dall'arte cullato,
fra superbe colonne
racchiuse fra colli
d'eterna memoria
mentre il fiume gia' agogna...

un mare infinito.

Claudio Burelli
Marina di Campo (Isola d’Elba) 20 Giugno 2019

Torna ai contenuti | Torna al menu