Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Viottolo di mare

Nostalgia 2

“Viottolo di mare”

Viottolo di mare
che scendi lentamente
fra arbusti di Ginestra
ed erba già fluente.
Conto gli scalini per arrivare in fondo,
la’ dove azzurro e verde,
si fondon a tutto tondo .
Nell'unico passaggio,
gabbiani tutto intorno
in cerca di una preda,
nel golfo più profondo…
Scie di scafi bianchi che segnano il percorso,
sembrano graffiti sbiaditi di un discorso.
Ecco che gia’ tocco
quel mare che ho  sognato,
adesso lo accarezzo come  un balocco amato.
Viaggia  la mia mente, ritorna ai miei pensieri
vorrei che il mio oggi
non somigliasse a ieri.
Già canta la risacca e danza   la sirena
mi spoglio e gia’ dormo
sdraiato sulla rena.

Claudio Burelli

Genova 10 Luglio2018

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu