Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notte Curda

Guerra

Notte curda


Grandine di sale  scende
su macerie sparse
di un vicolo orbo
rimasto muto
a calpestar un sonno che non c’è.
Frà giacigli di stanche membra
solo fumo resta
vivo a nasconder
di quella  donna il pianto.
Occhi persi,
ad osservar
la morte
ammantata di odio
e di  sventura,
venuta a condannare il giusto
nella battaglia persa
con l'ingiusto
dove ognuno ha già perso
anche il bianco   della coscienza...
Intanto la sera
scende ignara
di quel demone che
spietato continua
la sua danza macabra...

Claudio Burelli

Genova 13 Ottobre 2019

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu