Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Isola d'Ilva

Elba

Isola d’ Ilva

Cercando andavo
il cavalcar di un'onda,
trascinando la mia ombra
con il lampo d’ un sorriso.
Scambiai il vento con il cielo ...
Ma lui mostrò il volto suo irato
e il mare di colpo si riempì
di bianchi  cavalloni  imbizzarriti.
Allora il cielo impietosito,
mando’ una stella luminosa
la strada giusta  ad indicare.
Il vento che soffiava prepotente,
cessò d’incanto la bufera
e dolcemente  spinse il  corpo mio
stanco e ancor stremato,
su una  bianca spiaggia
sconosciuta
di  levigati  ciottoli formata.
Ilva il suo nome,
di ferro la terra sua composta;
La stella più non si mosse,
e da allora
per sempre
insieme a  me là… si è fermata.

Claudio Burelli

Genova 2 Agosto 2019

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu