Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

La rosa

Nostalgia 2

“La rosa”

Quando Dio creò la terra,
non pensava alla guerra,
che combattono   gli umani
ogni volta a quattro mani.

Quanta gente scellerata,
in ogni modo l’ha sfruttata,
inventando porcherie,
cancellando anche le vie,

di una sana convivenza,
cancellando la coscienza,
per sfruttare ogni risorsa,
e arricchir la loro borsa.

I rifiuti seppelliti,
giu’ nel mare i detriti,
ogni cosa stà morendo,
nel contesto piu tremendo.

Non capisce questa gente,
che non ci sarà piu niente?...
Non  può   esserci speranza,
se nell’uomo l’arroganza,

e la sete di potere,
non dovessero scadere.
Oggi nasce un giorno nuovo,
il sorriso ora ritrovo,

già fiorisce anche l’ulivo,
nella mente un motivo,
che preme più  di ogni cosa,
veder nascere… una rosa.

Claudio Burelli


Genova 4 Aprile 2018

Torna ai contenuti | Torna al menu