Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Notte scura

Emigrazione

Notte Scura



Un'onda che s'infrange sullo scoglio,
freddo pungente in questa notte scura,
corro  a piedi nudi con orgoglio,
lasciandomi alle spalle la paura.

Non so nemmeno dove ora mi trovo,
ho ancora nelle orecchie quelle grida,
tutto quel dolor che non  rimuovo,
senza capir sentivo  quelle strida.

Mi guardo intorno senza sentire
l’odor della savana in lontananza,
odo parole ma non so che dire,

per far capire tutta la paura
che mi tormenta l’anima ed il cuore,
privo di speme, pieno di arsura.


Claudio  Burelli


Genova  21 Marzo 2017

Torna ai contenuti | Torna al menu