Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il filo d'oro

Cavalleresco

IL FILO D'ORO


Sul filo d’oro d’una notte oscura

Vaneggia la mia mente all’improvviso;
non dormo ancora, ma non ho paura,
affronto la mia vita col sorriso.

Il filo  che da sempre m'accompagna
come Teseo che m'indica la strada,
sia essa di città o di campagna,
mi ha portato salvo alla contrada.

La casa di mio padre, in lontananza,
è sempre uguale nonostante il tempo,
avverto il suo calore già a distanza !

Spezzo la spada che mi pesa al fianco,
Mai più la impugnerò per la battaglia ,
( Avvolgo il filo e, lieto, mi rinfranco !).

Claudio Burelli

Genova 2 Marzo 2017

Torna ai contenuti | Torna al menu