Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

La porta aperta

Preghiere

La porta aperta

Peccai...e pecco…
ma ora, davanti a te, m'inginocchio ,
nell'ombra ascoso
ma dalla tua luce infuso.
Sorgente misericordiosa
che illumini il creato
io ti ringrazio,
d'avermi sempre amato
donandomi il sole...
il mare e la speranza,
l'unica molla che far girare
la faccia alla tracotanza
dell'umana  mente
nel sentirsi sempre  onnipotente.
Ora aprimi la porta
oh mio Signore!
Voglio entrare…
e nel giunto delle mani ,
ringraziare
di essermi  vicino, anche li',
...quando smarrisco il mio cammino.

Claudio Burelli Versi et Photo

Genova 22 Ottobre 2018

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu