Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tre croci vermiglie

Storia 2

Tre croci Vermiglie


Sono solo tre  croci vermiglie
Sospinte dal   vento,
in un mare di vetro e cristallo
ai confini del mondo,
non sanno nemmeno
che  esiste
quella terra lontana
che fra un po’ scopriranno
fra marosi e buriana.
Deve  badar
ad una ciurma ribelle,
fatta di galeotti
gente vile ed imbelle.
Anche il vento ora cala,
sulle vele impotenti,
scarseggia  vino ed il  cibo
non può esser altrimenti;
sono mesi che vanno,
verso quel che forse  non c’è…
in quel mare profondo
che non da segno di sé.
Poi un urlo nel cielo,
ed il cuore sorride,
terra in lontananza
finalmente … qualcuno la vide.
Quella costa verde e assolata,
che ancor non sa cosa sia,
lo accoglie serena ed ignara,
lontana da ogni follia.
Portò ori ed onori
alla regina di Castiglia,
ma nel suo cuore
c’è solo la chiglia,
e le vele crociate,
verso altre terre cercate.

Claudio Burelli

Genova 12 Ottobre 2018

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu