Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Dolce signora

Amore

“Dolce Signora”

Leggerei nel futuro se potessi,

pur di sapere  che  riserba ancora
la sorte  di quei  giorni a me  concessi,
e poi incontrare   te… dolce signora!

La sfera di cristallo nebulosa,
svela  messaggi da dimenticare,
ma non mi arrendo… e colgo gia’ una rosa,
quando  un bel giorno mi verrai a cercare.

Sarà come scalare una montagna
col cuore che galoppa e muore in gola,
il sangue che non scorre ma ristagna,

e il freddo del sudore che giù  cola.
Vento beffardo, gelida  compagna,
trascinerai con te la mia  parola.

Claudio Burelli

Genova 10 Febbraio 2018

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu