Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pregando

Preghiere

Pregando


Dio dell’immensità,
di gioia  e di bontà,
se davvero tu ci sei,
e stai guardando giù da  noi.

Non puoi di certo  non vedere,
Ciò che accade sulla terra,
E non    porre poi  rimedio,
A tutto quanto quel  dolore.

Sono tanti  gli occhi fissi,
senza espressione  né dolore,
sono troppe le persone,
che hanno perso tutto quanto.

Le vedi quelle case
squarciate da quel  lato?
c’era tanta gente dentro,
più di un bimbo addormentato .

Lo sai anche tu,
Che tutto questo non è giusto,
dimmi  cosa si può fare?
No! non  non dirmi di pregare.

Non lasciarci più da soli,
in balia di questa gente,
che si arricchisce più che può,
poi  lo sai sempre si pente.

Sono quelli che han costruito,
Speculando  sul materiale,
Che alla prima scossa,
è venuta giù come carta di giornale.

Ci sarà, magari  un modo solo,
Per uscir da questo male,
dillo ora per favore,
non possiamo piu’ aspettare.


                     Claudio  Burelli

Genova 27 Agosto 2016

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu