Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

strambottando

Strokke

Strambottando



E scrivero’ per te questo strambotto,
come fare  però non l’ho capito,
ci proverò, seduto nel salotto,
studiando un modo  dolce  in parte ardito.
Mentre che aspetto  mangio un salsicciotto,
talmente  buono da leccarmi un dito.
Inutile aspettar… la musa tarda,
ci penserò domani e vò in mansarda.

Claudio Burelli

Genova  9  Gennaio 2018

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu