Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

La grande guerra

Guerra

La Grande Guerra



Grande fu la guerra
per il giovin  contadino,
lui, altro non conosceva
che la sua vigna,  lì vicino...
Lontana la sua terra
ancor tutta  d'arare,
mesto  il  pensiero
alla sua donna sola
e  quella bocca in più
che non sa come sfamare.
Solo in quella buca…
   ad affrontare una ragione
priva di  nesso e di un  perché...
in preda ad un’emozione.
Unita  da un labile  vessillo,
“Italia”, ancor   astratta,
nel cuore del soldato,
incontro alla disfatta.
Sventola il tricolore,
 nella sua incerta  mano,
intrisa di sangue e di paura
in quel posto disumano,
mentre i suoi occhi attoniti
guardano vitrei…lontano…

Claudio Burelli

Genova 4 Novembre 2018

Torna ai contenuti | Torna al menu