Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il bimbo di Aleppo

Sentimento

“Il bimbo di Aleppo”



Cala la  notte scura ed assassina,
riposa la mitraglia ed il cannone,
nel buio un bimbo stringe  la manina,
con tutte le domande che si pone.

Dov’è finita la mia cameretta?
Con tutti quei bei giochi nel cortile…
Ricordo quelle corse in bicicletta,
con tanti bimbi giù…fino al pontile.

Son mesi  che non gioco più con loro,
non squilla più nemmeno  la campana,
né mai risento i canti di quel coro.

Mio padre tornerà in carovana,
riportando la vita al suo decoro,
ci troveremo tutti alla fontana.

Sarà come “Nirvana”,
la vita scorrerà senza più guerra,
la pace e l’amicizia  sulla  terra.


Claudio Burelli

Genova 23 Marzo 2018

Torna ai contenuti | Torna al menu