Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Giugno

Stagioni

Giugno
(Sonetto elisabettiano)

Passato finalmente questo maggio
andato chissa’ dove senza un raggio
arriva col suo incanto il dolce giugno
bello d’aspetto ma  imbronciato il   grugno.

La gente già  in canotta e braghe corte
con molta cellulite e gambe storte
ciabatta allegramente verso il  mare
col  desiderio sacro  di abbronzare.

Passati dall’inverno al solleone
chiusi e arrabbiati  dentro la magione
or ci sembra un sogno il poter guazzare
con  cute  al sole come piace e pare.

E  finalmente gode  la natura
tempo d’amore e   d’impollinatura
ecco già   maturare   i primi frutti
verdi giallini   rossi e belli  asciutti .

Per i ragazzi è  il mese della pacchia
dopo la scuola…a coppie  nella macchia.

Claudio Burelli

Genova 2 Giugno 2019

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu