Claudio Burelli la Poesia in Genova

Vai ai contenuti

Menu principale:

Elba terra mia

Elba

Elba terra mia

Il cielo terso e privo di foschia

rende meraviglioso lo scenario;
gioisco nel mirarti, Elba   mia;
mi sembri  come  uscita da un  sipario.

Dimori nel mio cuore d’emigrante,
dal primo giorno quando  andai lontano,
nell’ America  amara ed arrogante,
col  tuo ricordo vivo  nella  mano.

Or godo il mare calmo  nella sera,
dal ponte,   la tua  costa  d’oro fino,
mentre  la luna,  dietro la  scogliera,

è simile a “Madonna”  e a lei mi inchino.
E’ s’alza  nel silenzio una  preghiera
che sa di terra amata e di divino.

Rimango quel bambino
che,  vecchio ma assai giovane  è tornato
dove la prima volta l’hai cullato.

Claudio Burelli

Genova 6 Ottobre 2018

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu